San Nilo Abate [ XVII secolo ]


San Nilo Abate
San Nilo Abate San Nilo Abate

San Nilo Abate

Storia della Chiesa

La prima pietra fu benedetta dall'arcivescovo Ercole Vaccaro nel 1620, quando era sindaco Mario Malena, discendente della famiglia di San Nilo. In seguito i lavori furono interrotti a causa di difficoltÓ economiche , sanate grazie all'intervento di Olimpia Aldobrandini, principessa di Rossano. A lavori ultimati, la chiesa fu dotata di uno splendido altare marmoreo, realizzato nel 1660 da Giuseppe Maria Baratta, come sostiene in uno studio G.Leone. Sull'altare Ŕ collocata una tela raffigurante il Santo nell'atto di rifiutare le insegne di Vescovo di Rossano. L'opera Ŕ attribuita alla scuola di Gregorio Preti.
Negli anni 1892-96 la chiesa fu decurtata di circa un metro per allargare la strada, per cui la facciata fu, quindi, ricostruita integralmente.

Altre chiese nel comune di Rossano